Belluno: un fondo welfare territoriale per far ripartire la provincia
Un fondo di welfare territoriale che dovrebbe, negli intenti, nei prossimi tre anni, avviare dei piani concreti di sostegno ai giovani, alle famiglie, agli anziani per invertire la tendenza allo spopolamento del territorio. E' questo il progetto messo in atto a Belluno da: i Comuni del territorio, i sindacati, il Consorzio Bim Piave, le categorie economiche, sotto il coordinamento della Provincia di Belluno | Corriere delle Alpi, 13 luglio 2018
 
Bologna, se la famiglia è un condominio: ecco il co-housing
Un condominio a sei piani e che profuma di nuovo in via del Porto a Bologna. Una via che è diventata il nome di un progetto di cohousing sociale che non ha eguali in Italia. Ci sono voluti più di due anni perché vedesse la luce, ma ora questo esperimento abitativo ha tutte le carte in regola per brillare: è un’impresa far convivere 27 adulti e 7 bambine | Daniela Corneo, Corriere di Bologna, 23 gennaio 2018
 
Un "welfare territoriale" per contrastare lo spopolamento in provincia di Belluno
In provincia di Belluno, i sindacati dei pensionati di Cgil e Cisl - insieme con le rispettive confederazioni - hanno ideato un progetto di "welfare territoriale" con lo scopo di contrastare lo spopolamento del territorio. L'iniziativa prevede l'istituzione di un fondo che sarà finanziato da: il Fondo per i comuni confinanti, il Consorzio Bim, i Comuni e le Unioni montane. A fare da cabina di regia sarà la Provincia | Corriere delle Alpi, 14 dicembre 2017
 
La famiglia e i comuni al centro del welfare di prossimità
Quando si parla della inevitabile complementarietà di pubblico e privato, soprattutto nei servizi di welfare, c'è chi reclama una centralità del "pubblico". Ma se non si chiarisce che cosa spetta al "pubblico" (e con quali risorse il "pubblico" deve svolgere ciò che gli spetta) restano affermazioni vuote | Guido Castelli, Huffington Post, 12 dicembre 2017
 
Milano, polizze, badanti, case di riposo: ora c'è il gruppo d'acquisto
Contratti da stipulare collettivamente (in modo da avere maggiore forza nella trattativa) e logica del gruppo d’acquisto. Applicato ai servizi sociali. L’idea originale è di un gruppo di amici che due settimane fa hanno fondato l’associazione non profit «Punto welfare» | Elisabetta Andreis, Il Corriere della Sera, 12 dicembre 2017
 
Torino: welfare pubblico e attenzione alla reciprocità e alla solidarietà attraverso il cibo
Sono stati presentati nei giorni scorsi, a Torino, due progetti pensati per le famiglie e le persone bisognose: "Fa bene" e "Giornata della colletta alimentare 2017" | Torino Oggi, 27 novembre 2017
 
Milano, quel "già e non ancora" che ispira l'Italia
Esiste un "modello Milano" oppure no? Non si tratta di coltivare alcuna forma di campanilismo, ma di capire se esiste un punto che possa far da volano per una ripresa in tutto il Paese. Perché storicamente Milano e la Lombardia hanno avuto questa funzione. È quanto si proprone il Rapporto sulla città Milano 2017 della Fondazione Ambrosianeum presentato il 3 luglio. | Silvia Becciu, Il Sussidiario, 4 luglio 2017
 
Ecco perché solo a Bolzano nascono ancora tanti bimbi
L'Alto Adige si è riconfermato anche quest’anno la “culla” d’Italia: la Provincia di Bolzano, secondo l’ultimo Rapporto Istat, è l’unica ad avere la popolazione in aumento (più 1,4) e un tasso di natalità ben più alto rispetto alla media nazionale (1,78 gli per donna contro 1,34) | Alberto Laggia, Famiglia Cristiana, 16 giugno 2017
 
Welfare, i dodici progetti sociali che cambiano il territorio
Il Welfare si fa in dodici. Dagli alloggi per persone in difficoltà, per anziani soli ma autosufficienti, agli spazi per i servizi territoriali del Comune, luoghi di incontro e coworking. Dodici sono i progetti per il sociale «nati nella nostra città» e destinati a «cambiare il territorio» ha spiegato l’assessore Pierfrancesco Majorino, parlando al Forum delle Politiche Sociali, ospite della Fondazione Feltrinelli.
 
Milano capitale del welfare. Pronti 98 milioni per i redditi bassi
Sono 101 mila le persone che vivono a Milano in condizioni di povertà assoluta. Il rapporto Caritas parla di un aumento del 21 per cento dei senza fissa dimora e di una crescita esponenziale di italiani in stato di bisogno. Anche per queste ragioni, sono pronti importanti investimenti nel welfare locale | Elisabetta Soglio, Il Corriere, 26 febbraio 2017
 
Milano, pubblico e privato uniti per offrire check-up cardiologici a chi è in difficoltà
L’iniziativa Care for Community nasce per promuovere la cultura della salute e della prevenzione. Un progetto di responsabilità sociale rivolto alle persone in stato di bisogno a cui verrà offerta l’opportunità di effettuare gratuitamente un check-up cardiologico.
 
Milano capitale delle social street. E la cittadinanza attiva entra in Comune: arriva l'albo del welfare libero
A Milano sono sempre di più i casi di cittadinanza attiva che passano per le cosiddette social street. Reti informali sempre più estese, con cui adesso il Comune vuole stringere un patto di collaborazione. Facendo nascere ufficialmente un Albo. Nessun timbro, nessuna interferenza, assicurano. Ma è così, creando quell'elenco, che il Comune potrà lavorare con le social street su singoli progetti sociali e sciogliere i nodi burocratici che magari imbrigliano l'organizzazione di un'attività in strada o di un'iniziativa. | Repubblica Milano, 3 gennaio 2016
 
A Milano buoni spesa per 800 famiglie bisognose
Il Municipio 7 ha varato con Esselunga una nuova misura per le famiglie bisognose: buoni spesa da distribuirsi mediante gli elenchi a disposizione dei servizi sociali. Un aiuto diretto quindi, a vantaggio di persone a carico dei servizi sociali: 600 anziani e 200 disabili. | Alberto Giannoni, Il Giornale, 29 dicembre 2016
 
Milano: così nei quartieri cresce il miniwelfare
I ritagli di tempo possono fare la differenza, perché messi insieme uno con l'altro, a volte diventano progetti e iniziative che trasformano la vita di un condominio o di un quartiere. Sostegno ai vicini in difficoltà, spazi recuperati e aperti ai residenti, persone che mettono a disposizione un pomeriggio per aiutare chi abita nel portone di fianco: a Milano c'è un welfare di quartiere che sempre più spesso riesce a fare la differenza. | Luca De Vita, Repubblica Milano, 16 ottobre 2016
 
Milano, il Comune chiama i privati per affrontare l'emergenza casa
Oriana Liso, Repubblica Milano, 22 agosto 2016
 
La svolta della Raggi verso il welfare del benessere
Con il documento programmatico della nuova giunta, la Capitale si appresta a passare dal welfare compensativo al welfare del benessere. Un cambiamento che implica una radicale trasformazione nella concezione dei bisogni della comunità e delle risposte da mettere in campo. L'analisi del direttore di Human Foundation. | Federico Mento, Vita.it, 28 luglio 2016
 
Disabilità, la legge sul «Dopo di Noi» cosa rappresenta per gli enti locali
La legge dedicata al «Dopo di Noi» costituisce un passaggio fondamentale verso la deistituzionalizzazione e la costruzione di percorsi di autonomia, con un accento specifico sulle fasi della vita che vedono la scomparsa dei famigliari. Sul Sole 24 Ore Isabella Menichini, Direttore settore Disabilità e Salute mentale presso il Comune di Milano e rappresentante Anci all'Osservatorio nazionale Disabilità presso il ministero del Lavoro e delle politiche sociali, riflette degli effetti della nuova legge sugli enti locali. | Isabella Menichini, Sole 24 Ore, 5 luglio 2016
 
Smart city, Bologna supera Milano
Cresce, anche se lentamente, il livello di intelligenza urbana in Italia. Lo afferma il rapporto Smart city index 2016, elaborato da Ernst & Young e costruito, a partire dai 116 comuni capoluogo delle (ex) province, prendendo in considerazione oltre 400 nuovi indicatori. Il risultato vede Bologna sul gradino più alto, seguita da Milano. | Fabio Sottocornola, Corriere Innovazione, 20 aprile 2016
 
Milano, cercasi sindaco a impronta sussidiaria
L’affermazione semplice e diretta è che Milano ha bisogno di candidati sindaco che applichino la sussidiarietà orizzontale in modo operativo. Non è un vezzo ideologico, ma un’esigenza di governo del sistema pubblico per soddisfare i bisogni di un welfare allargato e ”generativo” dei milanesi. Un nuovo modello di welfare ove sussidiarietà, integrazione, uso efficiente delle risorse vanno di pari passo con ampliamento e riqualificazione dei servizi offerti ai cittadini. | Giorgio Fiorentini, Vita, 18 aprile 2016
 
Milano, capitale del welfare sussidiario
E’ nell’aria e lo si respira da tempo: le prossime elezioni amministrative saranno un momento significativo per capire quale ruolo rivestirà Milano nel suo futuro immediato. Come è noto il capoluogo lombardo è sempre stato un laboratorio di percorsi sociali, economici, culturali e anche politici di grandissimo impatto, ma quali carte ha da giocare per far fronte alle sfide del futuro prossimo? | Giorgio Vittadini, Il Sussidiario, 17 aprile 2016
 

 
Pagina 1 2 3 4