Sharing Economy: cosa consiglieresti al Comune di Milano?
Il Comune di Milano ha avviato un percorso per capire come meglio promuovere e regolamentare la cosiddetta "sharing economy" (o economia collaborativa) in citt. Tutti coloro che sono interessati possono leggere le "linee di indirizzo" a cui il Comune sta lavorando e trasmettere i propri commenti entro il prossimo 18 Novembre. I commenti potranno essere trasmessi sia in formato "suggerimento" che con la compilazione di un questionario.
 
Donne e lavoro: lanalisi di Eupolis sulla Lombardia
Al convegno Donne e Lavoro. Quale innovazione sociale per uscire dalla crisi?, Eupolis ha presentato primi risultati del Rapporto biennale 2012/2013 sulloccupazione femminile e maschile in Lombardia nelle imprese con pi di 100 dipendenti, in fase di pubblicazione. Dando per assodato che sono ancora numerose le difficolt che le donne incontrano nel mondo del lavoro, lo studio ha provato tuttavia a verificare lipotesi che, complice la profonda crisi dei modelli economici e produttivi, negli ultimi anni la tradizionale preferenza accordata alla forza lavoro maschile sia stata implicitamente messa in discussione, mentre loccupazione femminile abbia registrato una sostanziale tenuta e, talora, alcuni elementi di preferenza. Vi presentiamo i principali risultati.
 
Donne, lavoro e innovazione sociale: la strategia lombarda per uscire dalla crisi
Nel corso del convegno Donne e Lavoro. Quale innovazione sociale per uscire dalla crisi? promosso dalla Consigliera di Parit della Regione Lombardia, stato presentato lo studio dal titolo Definizione di un modello lombardo a sostegno delloccupazione femminile per la promozione delle pari opportunit. Indicazioni per una strategia di sistema, realizzato dalla Associazione IRENE. Il documento mira ad identificare e valorizzare le sinergie effettive e potenziali degli interventi attuativi nei diversi settori, nella prospettiva della definizione di una strategia unitaria di programmazione e attuazione delle politiche di promozione della parit tra uomini e donne.
 
La cooperazione pubblico-privato per lassistenza agli anziani: lesperienza di Novara
Da aprile del 2013, il Comune di Novara impegnato nella costruzione di una sede permanente per la cooperazione pubblico-privato in materia di assistenza agli anziani. Il progetto, chiamato Casa Comune, frutto del Programma di Cooperazione Trasfrontaliera Italia-Svizzera e nei prossimi mesi entrer in una fase cruciale. I protagonisti del welfare gi attivi sui territori saranno infatti impegnati nella definizione di un modello di governance per la gestione degli interventi, con l'obiettivo di definire una nuova modalit di lavoro in grado di mettere in rete i diversi soggetti che intervengono nellassistenza domiciliare allanziano.
 
Torino BeBi, lAtlante dellinfanzia
E stata presentata "Torino BeBi, un'innovativa applicazione che mappa oltre 1000 punti di interesse specifici per la prima infanzia e permette di ricostruire dettagliatamente la distribuzione dei bambini 0-5 anni e le loro condizioni di vita attraverso un'ampia galleria di mappe tematiche. Ideata per aiutare i decisori, pubblici e privati, ad operare le scelte pi congrue in materia di politiche per la prima infanzia, pu essere utilizzata facilmente da tutti cittadini che vogliano osservare da vicino come funziona la citt dei bambini da 0 a 5 anni.
 
Dialoghi di futuro: i Comuni per il welfare che verrà
La consapevolezza di vivere in una fase storica di grande trasformazione e di possibili svolte, anche imprevedibili, porta con s sentimenti contrastanti, attese, speranze, ma anche la necessit di provare a proiettare lo sguardo pi avanti, per prepararsi oggi alle sfide di cambiamento di domani. E su queste premesse che lAzienda Speciale Consortile Comuni Insieme per lo Sviluppo Sociale, in occasione dei dieci anni di attivit, organizza per il 23 ottobre 2014 un evento sui temi del mondo dei servizi dedicati al welfare.
 
La strada dell'economia civile per ridurre i divari regionali
La persistenza dei divari regionali che affliggono l'Italia dal periodo post-unitario ormai evidenziata da diversi studi che forniscono un quadro esauriente dellevoluzione dei tanti dualismi tra Centro-Nord e Sud, di natura economica, sociale e civile. Tuttavia, nessuno dei paradigmi finora utilizzati per superare questa condizione ha ottenuto risultati soddisfacenti. Stefano Zamagni riflettendo sui diversi aspetti di questa complessa questione, individua in una vitale economia civile la strada privilegiata per colmare il gap.
 
La Lombardia finanzia le reti per il lavoro
Ancora una volta Regione Lombardia punta sulle Reti. Attraverso la Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro stato infatti varato Azioni di Rete per il Lavoro, bando che favorir loccupazione supportando sistemi di governance territoriale. La Regione si propone di accompagnare, attraverso uno stanziamento totale di 3 milioni di euro, quegli attori economici e sociali che operano sui territori per la creazione di partnership pubblico-privato volte ad affrontare e gestire le sfide causate dalla difficile situazione economica.
 
Lombardia: nuovo bando per progetti con finalità di solidarietà sociale
Per il biennio 2014/15 Regione Lombardia stanzia contributi a sostegno dei progetti con finalit di solidariet sociale presentati dalle Associazioni senza scopo di lucro e dalle Associazioni di promozione sociale iscritte al registro regionale e ai registri provinciali dell'associazionismo. Il termine per la presentazione delle domande fissato per il 7 ottobre 2014.
 
I servizi educativi per la prima infanzia in Emilia-Romagna
E' stato pubblicato il rapporto sui servizi educativi per la prima infanzia dellEmilia-Romagna il quale conferma che, con poco pi di 1.000 nidi dinfanzia e 38.278 posti, la regione si mantiene in linea con gli obiettivi europei, nonostante si registri per la prima volta dopo molti anni un calo dei bambini iscritti (-2,7%).
 
Via al premio "Costruiamo il welfare di domani"
Il Consiglio Nazionale dellOrdine degli Assistenti Sociali, lIstituto per la ricerca sociale e Prospettive Sociali e Sanitarie propongono il premio Costruiamo il welfare di domani, finalizzato a promuovere, riconoscere e valorizzare le buone prassi che oggi, ai diversi livelli di lavoro, coltivano e praticano idee e iniziative di cambiamento, sviluppo e miglioramento, nella logica della proposta di riforma del welfare di Irs e PSS.
 
L'associazionismo familiare in Umbria: cura, dono ed economia del bene comune
Che la famiglia sia il pilastro del welfare italiano noto. Ma anche lassociazionismo familiare sia formale che informale - sta acquisendo una rilevanza crescente nel sostegno alle famiglie e ai loro componenti, nonostante la conoscenza di questo fenomeno sia ancora limitata. Per colmare questa lacuna, lAssessorato al Welfare della Regione Umbria ha promosso una ricerca i cui risultati sono raccolti nel volume Lassociazionismo familiare in Umbria: cura, dono ed economia del bene comune, di Pierluigi Grasselli e Cristina Montesi (Franco Angeli Editore).
 
Il telelavoro come efficienza: l'esperienza del Trentino
Ambiente, tecnologia, famiglia e risparmio: sono i criteri che hanno ispirato il progetto di telelavoro realizzato in Trentino. Il progetto iniziato nel 2012 e consiste nella possibilit per i dipendenti della provincia di lavorare da casa, o in telecentri come questo per alcuni giorni alla settimana.
 
Complessità sociale e metodo della programmazione
La societ contemporanea pi complessa di quella che ha visto nascere il metodo della programmazione, a causa dei mutamenti che hanno interessato sia la domanda che lofferta di servizi e interventi. Laumento della complessit tuttavia non deve tradursi in una sfiducia nel metodo e nelle finalit della pianificazione, anzi in un contesto del genere, necessaria pi che mai unattivit razionale, di pensiero, che permetta di definire una prospettiva, che consenta unorganizzazione delle risposte ai crescenti e diversificati bisogni degli individui. Quali nuovi metodi risultano quindi pi efficaci?
 
Comuni e territori: innovare dentro la crisi
LOsservatorio sugli effetti sociali della crisi, costituito grazie alla collaborazione fra Ires Piemonte e Centro Einaudi, promuove una serie di seminari di confronto tra esperti e operatori che, da diversi punti di vista, si occupano della crisi, dei suoi effetti sul tessuto sociale locale e delle reazioni per fronteggiarla. Prossimo appuntamento per il 20 maggio 2013 con il seminario Comuni e territori: innovare dentro la crisi. Levento si terr marted 20 Maggio, dalle ore 9.30 alle 13.00, presso la Sala Conferenze di Ires Piemonte, Via Nizza 18, Torino.
 
Sondaggio sul volontariato al tempo della crisi
Un'indagine dell'Osservatorio Socialis e Istituto Ix che ha preso in considerazione due temi: "La crisi e i valori degli italiani" e "Gli italiani e il volontariato". Il 51% degli intervistati dichiara che chi svolge attivit di volontariato lo fa perch lo ritiene utile per gli altri; il 43% perch "fa star bene con s stessi"; il 16% risponde "perch necessario, visto che lo Stato non provvede a tutte le necessit". | Il Sole 24 Ore, 24 aprile
 
Emilia Romagna, via ai preparativi del Caregiver Day
Si terr a Carpi (MO) dal 28 al 31 maggio 2014 ledizione annuale del Caregiver Day dellEmilia Romagna, una quattro giorni di attivit seminariali, eventi culturali, laboratori ed approfondimenti finalizzati a dare visibilit e riconoscimento al ruolo dei familiari, conviventi o figure amiche che si prendono cura di un caro non autosufficiente. Liniziativa segue tra laltro lapprovazione della legge regionale che d riconoscimento alla figura del caregiver istituendo azioni concrete di supporto, formazione e assistenza.
 
In difesa della programmazione sociale: corretta, necessaria e partecipata
Ugo Carlone, docente di Programmazione delle politiche sociali allUniversit degli Studi di Perugia e autore del volume "Introduzione alla programmazione sociale. Come, cosa, perch?", affronta il tema della programmazione sociale alla luce delle crescenti difficolt del welfare state italiano. Attraverso la programmazione infatti possibile individuare il luogo dove si vuole arrivare e il percorso necessario per raggiungerlo. Nel caso delle politiche sociali significa una societ pi equa e un processo logico, efficace ed efficiente per realizzarla.
 
Parma: comunità che sostengono le famiglie
A Parma le associazioni di volontariato hanno costruito una rete di welfare che non solo offre sostegno alle famiglie e ai cittadini, ma promuove benessere, lavorando sulle relazioni, sul lavoro di comunit e sulla cittadinanza attiva. Il presupposto di creare una rete che superi lidea della famiglia come presidio da accudire, favorendo invece un approccio in cui le famiglie stesse, in modo attivo, individuino problemi e offrano soluzioni. Abbiamo incontrato le rappresentanti delle associazioni coinvolte, che ci hanno raccontato la loro storia.
 
WILCO: innovare il welfare locale per favorire la coesione
Continuano gli approfondimenti dedicati ai progetti finanziati nellambito del 7^programma quadro dellUnione Europea. Dopo COPE, LOCALISE, FLOWS e IMPROVE, presentiamo WILCO (Welfare innovations at the local level in favour of cohesion), progetto triennale che indaga in che modo i sistemi di welfare locale possano favorire la coesione sociale, e che ruolo abbia linnovazione in questo processo.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16