GARANZIA GIOVANI /
Poletti: “D’ora in poi lavoro stabile meno caro per sempre”
Alessandro Barbera, La Stampa, 30 marzo 2016
30 marzo 2016

Il ministro del lavoro Poletti, intervistato da La Stampa, ha espresso il suo giudizio su diverse tematiche che negli ultimi giorni sono stati al centro del dibattitto pubblico: pensioni, sgravi, disoccupazione e Garanzia Giovani. Proprio su quest'ultima Poletti ha voluto sottolineare che «per dare un giudizio occorre considerare da dove siamo partiti e con quali obiettivi. All’inizio non c’era nulla: un ragazzo che concludeva o interrompeva gli studi poteva contare al massimo su sé stesso o sulla rete familiare, oggi ha dalla sua le istituzioni. Secondo: chi avrebbe scommesso due anni fa su un milione di iscritti per un programma cresciuto essenzialmente grazie al passaparola? Lei crede che se fosse stato un flop ci sarebbero state così tante registrazioni?»


Poletti: “D’ora in poi lavoro stabile meno caro per sempre”
Alessandro Barbera, La Stampa, 30 marzo 2016

 


Per una riflessione estesa sulle prospettive di Garanzia Giovani

Garanzia Giovani: eppure funziona

Garanzia Giovani, oltre il milione di iscritti niente

Salviamo la Garanzia giovani dai manichei

La Garanzia giovani è senza prospettive?

I primi passi verso la sperimentazione della «via italiana al sistema duale»