Tag: youth guarantee

 
Irish Youth Guarantee: una strategia d'attivazione costruita su un sistema consolidato
Nonostante sia stata il primo Paese ad uscire dal piano di aiuti internazionali, la tigre celtica rimasta segnata da cicatrici profonde, tanto che, con un tasso di disoccupazione giovanile giunto circa al 30% nel 2012, stata inserita fra gli osservati speciali per l'implementazione della Youth Guarantee, assieme all'Italia. Al contrario di quel che avviene nel nostro Paese, per, la Youth Guarantee irlandese non costituisce uninnovazione strutturale, ma va a innestarsi su un sistema di politiche attive gi consolidato che mette in evidenza proprio quegli elementi portanti in mancanza dei quali la Garanzia italiana sembra vacillare.
 
Telemaco ancora costretto ad aspettare
E stato da poco approvato il piano operativo italiano per la Garanzia Giovani e sono in arrivo i primi 11 milioni da Bruxelles. Nel nostro Paese limplementazione del programma europeo appare in forte ritardo, ma sono diversi i Paesi europei che vivono la medesima situazione. Patrik Vesan si sofferma sul caso della Francia e della Spagna, segnalando similitudini e differenze rispetto alla declinazione italiana della Youth Guarantee.
 
Garanzia Giovani: una, nessuna...venti strategie regionali?
Il conto alla rovescia partito. Trascorsi i sessanta giorni di "riscaldamento" dall'inizio della Garanzia per i giovani (GG), la lancetta dei fatidici 4 mesi ha incominciato a ticchettare. Ma cosa possiamo dire delle scelte di investimento effettuate dalle regioni italiane? Se alcune di esse sembrano sulla buona strada, altre invece mostrano ancora un polso debole, rischiando cos - che si tratti di scelte strategiche o che rispondono alla logica del calderone - di sprecare questoccasione.
 
Giovani, quando lEuropa è una Garanzia
LEuropa da tempo si interroga, cercando soluzioni al problema della disoccupazione e dellinoccupazione giovanile. La raccomandazione del Consiglio dellUnione europea del 22 aprile 2013 sullistituzione di una Garanzia Giovani, costituisce lesito di un percorso iniziato nel 2005, quando, nellambito degli Orientamenti a favore delloccupazione si riconosciuto nellintegrazione dei giovani nel mercato del lavoro un presupposto imprescindibile per il raggiungimento della piena occupazione. Il piano nazionale italiano partito il 1 maggio 2014. Ma a che punto sono gli altri Paesi europei con limplementazione della Garanzia?
 
L'attuazione delle Garanzia Giovani a livello regionale: l'avvio in Puglia
Continuano gli approfondimenti sullimplementazione della Garanzia Giovani nelle Regioni italiane. Dopo il caso del Piemonte, vi presentiamo quello della Puglia, dove la Garanzia andr a inserirsi in un assetto di politiche preesistenti che, se ben sfruttato, potrebbe essere determinante per il suo successo. La Puglia vanta infatti una fitta lista di iniziative a sostegno della formazione e dell'occupazione dei giovani, sviluppate nell'ultimo decennio soprattutto grazie a finanziamenti provenienti dai fondi strutturali europei.
 
Unione Europea: perché conta investire sui bambini
Povert tra i minori ed esclusione sociale sono ormai da tempo al centro delle politiche dellUnione Europea, che sta affrontando il tema attraverso un'ampia gamma di interventi che vanno dal sostegno al reddito familiare all'istruzione fino all'inserimento lavorativo dei genitori. A un anno dalla raccomandazione della Commissione Investing in children: breaking the cycle of disadvantage lo European Network of Independent Experts on Social Inclusion ha pubblicato il rapporto annuale che offre una sintesi della situazione dei 28 Stati membri, analizza gli obiettivi e definisce le priorit per il futuro.
 
Youth Guarantee: opportunità per i giovani, opportunità per il Paese
Con lentrata in vigore, anche in Italia, della Garanzia Giovani, su cui sono riposte molte attese e speranze, Percorsi di secondo welfare lancia uno speciale focus che intende porsi come finestra di osservazione e di riflessione sulle iniziative ad essa connesse. Il principale obiettivo monitorare lo sviluppo delle misure connesse al programma nazionale della GG e alle sue molteplici declinazioni regionali e locali, nonch prestare attenzione ad alcune esperienze significative realizzate in altri Paesi.
 
Le politiche europee per l'occupazione giovanile
Con un po' di ritardo (quattro mesi) la Garanzia Giovani (GG) ufficialmente ai nastri di partenza anche in Italia. La data prescelta simbolica: il 1 maggio, la Festa del Lavoro. La GG comunque solo l'ultima di una lunga serie di azioni promosse a livello europeo. Lo sviluppo delle politiche comunitarie orientate all'inserimento dei giovani nel mercato del lavoro non infatti una novit di questi ultimi anni, n una semplice risposta alla crisi economica scoppiata nel 2008. Ad ogni modo, la prima volta che una proposta indirizzata espressamente al problema della disoccupazione giovanile entra nell'agenda europea dalla porta d'ingresso.
 
UE: quattro anni dopo la strategia Europa 2020
Nel 2010 lUnione Europea lanciava la Strategia Europa 2020, un insieme di azioni, priorit e risultati da raggiungere entro lanno 2020 per rendere lEuropa pi inclusiva e coesa. Lo scorso 5 marzo la Commissione Europea ha pubblicato la comunicazione Taking stock of the Europe 2020 strategy per fare il punto sullo sviluppo delle azioni che fanno parte del piano strategico a distanza di quattro anni dal suo avvio. Vi raccontiamo a che punto l'UE e quanto sono lontani gli obiettivi stabiliti.
 
La Youth Guarantee in Europa
Se in Italia il dibattito sullutilizzo dei fondi FSE per la Youth Guarantee - la Garanzia per i Giovani che assicurer ai cittadini europei con meno di 25 anni unofferta di lavoro, studio o formazione entro quattro mesi dalla fine degli studi o dallinizio della disoccupazione - pi che mai acceso, anche il resto dellEuropa si muove. Al 15 gennaio 2014, 17 dei 28 Stati Membri hanno presentato alle istituzioni UE il proprio piano attuativo.
 
Lost Generation: ci vuole una garanzia over 25
Una garanzia per i giovani al di sopra dei 25 anni la richiesta promossa dal gruppo Giovani Italiani Bruxelles e sostenuta da alcuni Eurodeputati italiani. Lobiettivo dellappello, che ha fatto il giro del web nelle scorse settimane, quello di influenzare l'applicazione della Youth Guarantee al contesto italiano, prevedendo per lItalia una estensione della garanzia giovani fino ai 29 anni d'et.