Rassegna Stampa

 
Le due carte di Milano che parlano al mondo
Si può dire che da venerdì sera esistono due Carte di Milano. La prima, la più nota, è un documento corposo sull’alimentazione e la nutrizione ed esprime le idee di quanti hanno creduto a un’edizione dell&rsqu...
 
Se anche Zara spinge sul welfare integrativo
Zara Italia lo scorso 23 aprile ha siglato il primo accordo integrativo aziendale per permettere ai 3.500 dipendenti sparsi nel Paese di godere di orari agevolati, usufruire di aspettativa non retribuita al termine dei congedi parentali, gestire lorganizzazione del lavoro a livello decentrato e avere un accesso facilitato ai periodi di congedo formativo sia in termini di percentuale che di anzianit. | Silvia Pagliuca, La Nuvola del Lavoro, 29 aprile 2015
 
OnToMap: un semantic web service per la costruzione di conoscenza territoriale
Nel campo della pianificazione territoriale, luso delle nuove tecnologie informatiche rappresenta una componente sempre pi rilevante per il coinvolgimento dei cittadini nella costruzione di conoscenza territoriale a supporto della decisione. Su questa base nato il progetto OnToMap - Mappe di Comunit 3.0, con lobiettivo di proporre un nuovo approccio al tema della partecipazione dei cittadini alla costruzione della conoscenza territoriale, tramite lutilizzo di piattaforme web collaborative. Il progetto utilizza unontologia del territorio per fornire alle pubbliche amministrazioni uno strumento di supporto alle decisioni politiche, favorendo un rapporto di dialogo trasparente tra cittadini e istituzioni. Sviluppare unontologia urbana significa costruire consenso tecnico-scientifico su un glossario che comprende e seleziona le definizioni concettuali esistenti, creando cos uno schema dinamico e integrato della rappresentazione spaziale e semantica dei luoghi.
 
Maternità e paternità, cosa cambia con il Jobs Act
Ai blocchi di partenza il decreto 187. Nei giorni scorsi la Cgil, insieme all'Inca, ha partecipato alle audizioni che si sono svolte presso il Senato sul decreto 187 di prossima pubblicazione, sui temi della conciliazione dei tempi di vita, cura e l...
 
LItalia degli sprechi sanitari: Bolzano costa quattro volte Pordenone
Le Asl italiane hanno una dotazione media di 1.400 euro per ogni assistito ma tra di loro ci sono enormi differenze. C’è chi, come la Asl di Bolzano, per curare ogni singolo assistito ha in «dote» dalla sua regione 2.421 euro...
 
Google per il non profit arriva in Italia
Sono diverse decine di migliaia le istituzioni non profit attive in Italia, riflesso di un settore che sta diventando sempre pi rilevante per lo sviluppo sociale, oltre che economico, del nostro Paese. Anche per loro, il web diventato una piattaforma essenziale di visibilit e di relazione con volontari e sostenitori. Per questo Google annuncia larrivo in Italia dei suoi servizi per il non profit. In collaborazione con TechSoup Italia (programma internazionale di donazione di tecnologia per il terzo settore) a partire da oggi le organizzazioni non profit italiane, in possesso dei requisiti di idoneit, potranno avere accesso gratuito ad una suite di strumenti e tecnologie di Google.
 
Fermiamo il lavoro nero creando imprese femminili
Nel 1999, Kathy Matsui, analista di Goldman Sachs, ha coniato il termine womenomics. Il suo ragionamento era molto semplice: quante pi donne entrano nel mercato del lavoro, pi le economie dei Paesi cresceranno e la crescita economica produrr crescita della popolazione. Ma le 42.000 donne che in Italia, in un mese, hanno perso il loro posto di lavoro innanzitutto non sono numeri. Sono visi di donne con et diverse, con bagagli di storie diverse, con sogni, bisogni, diritti. | Isa Maggi, La Ventisettesima Ora, 23 aprile 2015
 
La lotta per il salario minimo in America
Mercoledi 15 aprile in quasi 200 citt degli Stati Uniti migliaia di lavoratori a basso salario, o low-wage workers, hanno scioperato, durante una giornata di protesta nazionale nellambito della campagna #fightfor15. Fifteen sta per i 15 dollari allora che i lavoratori chiedono come salario minimo, un aumento stellare rispetto allattuale salario minimo federale di 7,25 dollari, in realt superato, in genere di poco, in quasi tutti gli Stati. | Valerio De Stefano, Lavoce.info, 23 aprile 2015
 
Poletti: «Reddito minimo agli over 55? Prima a chi ha perso il lavoro»
Lidea del Governo sul reddito minimo agli over 55 con reddito basso che bisogna guardare prima a quelli che hanno perso il lavoro. Lo ha detto il ministro del Lavoro Giuliano Poletti commentando la proposta del presidente dellInps Tito Boeri. Solo dopo si pu allargare la platea. | Corriere della Sera, 21 aprile 2015
 
Quali sono i sistemi di welfare più 'generosi' del mondo?
Il quotidiano britannico The Guardian ha pubblicato un'inchiesta che mette in evidenza quali sono attualmente i Paesi che, nonostante la crisi, possono ancora permettersi di finanziare sistemi assistenziale particolarmente generosi. Nell'articolo sono spiegati in maniera dettagliata i tipi di benefici offerti dai vari sistemi, e le categorie di persone - in particolare disabili e disoccupate - a cui sono destinati.
 
Addio scrivania, anche in ufficio tramonta il 'posto fisso'
Tablet e smartphone mandano in pensione i desk individuali a favore di quelli mobili: cos a Londra le societ risparmiano spazio. E soldi per gli affitti. | Enrico Franceschini, la Repubblica, 22 aprile 2015
 
Regno Unito: i tagli al welfare e l'esplosione della povertà alimentare
Uno studio dell'Universit di Oxford pubblicata dal British Medical Journal ha evidenziato un legame diretto fra il taglio alla spesa sociale e il ricorso alle istituzioni caritatevoli. Una relazione che potrebbe parere ovvia, ma chenel Regno Unito non era mai stata oggetto di studi scientifici. Segnaliamo di seguito pochi ma significativi dati che possono aiutare a capire la situazione in cui attualmente versa una parte consistente della popolazione del Regno Unito.
 
Come salvare il Servizio Sanitario Nazionale?
Lotta a sprechi e corruzione e informatizzazione del sistema. Per gli italiani sono queste le due armi da usare per salvare il soldato Ssn. Lo rileva unindagine della Fasi su un campione rappresentativo della popolazione, che ha confermato il rischio di una crescente auto rinuncia alle cure per motivi economici. Ma lindagine mostra anche un futuro a tinte fosche per la sanit italiana. | Quotidiano Sanit, 22 aprile 2015
 
Cascina Triulza e lenergia diffusa del Terzo Settore
A Milano esiste ormai una vera e propria casa del volontariato. Si chiama Cascina Triulza. Si trova a Expo 2015 dove, per la prima volta nella storia delle esposizioni universali, un intero padiglione stato dedicato alla societ civile. La Cascina gestita dall'omonima Fondazione, che racchiude al suo interno ben 63 sigle del privato sociale, e che ha scelto uno slogan molto significativo per riuassumere il fitto programma di iniziative che si svolgeranno nei prossimi sei mesi: Energie per cambiare il mondo. | Luca Mattiucci, Corriere della Sera, 21 aprile 2015.
 
Il welfare on demand, occasione per i giovani
Su Repubblica Andrea Mencattini, Chief Life & Employee Benefit Generali Italia, spiega i vantaggi del secondo welfare a partire dall'esperienza del proprio Gruppo, che detiene una raccolta premi di 470 milioni di euro (2013) per il settore employee benefit con quote di mercato del 29% negli infortuni e del 25% nelle coperture malattie, e con oltre 12mila aziende assicurate in Italia ed un portafoglio clienti costituito da pi di 2 milioni di assicurati. | Vito de Ceglia, Repubblica, 20 aprile 2015
 
Il nuovo contratto degli addetti degli studi professionali
Estensione del welfare a titolari e collaboratori, incentivi per lassunzione di disoccupati e giovani, regolamentazione del telelavoro. Sono alcune delle novit contenute nellipotesi di accordo di rinnovo del contratto degli studi professionali raggiunta ieri tra Confprofessioni e i sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs che comprende un adeguamento della parte economica pari a 85 euro, a regime, per il terzo livello. | Matteo Prioschi, Il Sole 24 Ore, 18 aprile 2015
 
Regno Unito: Cameron gioca (ancora) la carta della Big Society
Alle elezioni del 2010 David Cameron aveva scommesso sulla Big Society e, anche grazie a questa scelta, era uscito dalle urne come nuovo premier del Regno Unito. In vista delle nuove elezioni politiche, fissate per il 7 maggio, Cameron torna alla carica riproponendo proprio la carta che pi aveva contraddistinto la sua prima campagna elettorale
 
Inps, Boeri: «Presto proposta di reddito minimo per over 55»
Nel mese di giugno l'INPS dovrebbe presentare una proposta per introdurre un reddito minimo garantito per le persone tra i 55 e 65 anni. A dirlo il presidente Tito Boeri, che ha specificato anche la ratio della misura: Non credo che dare loro un trasferimento, che sar basso, li esponga al rischio di non mettersi in cerca di un lavoro. Si tratta di persone che difficilmente trovano un nuovo impiego (solo il 10%).
 
Chi sono i poveri e cos'è la povertà?
In un articolo pubblicato dal settimanale Left, Chiara Saraceno riflette su cosa sia la povert, su come si misura e su quanto sia diffusa in Europa.| Chiara Saraceno, Left, 18 aprile 2005
 
Cooperative e lavoro, i risparmi per lo Stato
Nel mondo del non profit ormai un ritornello. Il Comune tagliando sui servizi pensa di ridurre la spesa, la constatazione amara di tante organizzazioni , ma se solo sapesse quanto gli facciamo risparmiare noi... Ecco, appunto: quanto? Perch se vero che spendere per il sociale un investimento, ora di capire che valore ha, in termini brutalmente economici, lopera nel welfare del Terzo settore. | Luca Liverani, Avvenire, 18 aprile 2015
 
Le Fondazioni di Comunità: le case della filantropia
Su Il Giornale delle Fondazioni Neve Mazzoleni affronta il tema delle fondazioni comunitarie citando, tra gli altri, anche il capitolo Le fondazioni di comunit: una nuova declinazione della filantropia, pubblicato all'interno del Primo Rapporto sul Secondo Welfare in Italia.
 
Garanzia giovani, bottino magro: 70 mila offerte ai 500 mila iscritti
Fabio Savelli, Corriere della Sera, 13 aprile 2015
 
Il welfare aziendale si rinnova e cresce
Su Affari & Finanza Christian Benna affronta il tema del welfare aziendale provando a capire come e quanto il fenomeno si stia diffondendo nel nostro Paese. All'interno dell'articolo ampio spazio dedicato alle dichiarazioni di Giulia Mallone, che ha presentato alcune informazioni e considerazioni sviluppate da Percorsi di secondo welfare nelle proprie ricerche. | Christian Benna, Affari & Finanza, 13 aprile 2015
 
Fenomeno flexible benefit, l'azienda offre ai dipendenti i servizi "cuciti" su misura
Vito de Ceglia si interroga su welfare aziendale e flexible benefit, chiedendo a Franca Maino, direttrice di Percorsi di secondo welfare, di aiutare i lettori di Affari & Finanza a comprendere lo stato dell'arte e il futuro di questi strumenti sempre pi importanti. | Vito de Ceglia, Affari & Finanza, 13 aprile 2015
 
Guzzetti:«Così il credito può diventare impegno sociale»
Nel tempo delleconomia condivisa la figura dellinvestitore socialmente responsabile comincia a essere centrale. La fisionomia di questi soggetti appare sempre pi sovrapponibile a quella delle Fondazioni bancarie, che proprio di recente hanno siglato un accordo con il ministero dellEconomia e delle Finanze che definisce il loro ruolo allinterno non solo del settore di appartenenza ma soprattutto in vista del nuovo welfare. L'intervista di Nicola Saldutti a Giuseppe Guzzetti, Presidente di ACRI e Fondazione Cariplo.
 
Nidi e welfare, è ora di cambiare
Su Corriere Bologna l'assesore al Welfare della Regione Romana, Elisabetta Gualmini, affronta il tema dei contributi regionali agli asili nidi privati. Dal prossimo anno scolastico, infatti, non saranno pi erogati i contributi alle famiglie derivanti dai fondi europei dedicati a tale misura. Ciononostante, tramite il Fondo sociale regionale, il Governo regionali impegnato a supplire al vuoto di risorse e a finanziare il voucher anche per i prossimi due anni. Dall'assessore, poi, altre interessanti considerazioni sulla situazione sociale dell'Emilia Romagna e del Paese. | Elisabetta Gualmini, Corriere Bologna, 10 aprile 2015
 
Il welfare solidale della Lardini di Ancona
Un premio aziendale annuo da 900 euro, laccesso al part-time per le dipendenti in maternit, limplementazione del fondo pensione integrativo Previmoda,: laumento dei riposi compensativi individuali, il rientro al lavoro guidato e concordato tra le parti nel periodo post parto e, soprattutto, i permessi solidali. Sono questi i contenuti dellaccordo integrativo firmato lo scorso 30 marzo presso la Lardini di Filottrano, in provincia di Ancona. | Silvia Pagliuca, La Nuvola del Lavoro, 10 aprile 2015
 
Nel 2014 frodi e truffe al welfare per 1.5 miliardi di euro
Le Fiamme Gialle, nell'ambito della vigilanza sulla spesa pubblica, hanno individuato numerose frodi su fondi statali ed europei e truffe legate alle prestazioni sociali e ai finanziamenti del servizio sanitario nazionale. Sul primo fronte, sono stati rilevati oltre 666mila euro di contributi a carico del bilancio UE percepiti in modo illecito. In ambito nazionale, le somme percepite indebitamente ammontano invece a 618mila euro. Valgono poi ben 6,3 milioni di euro le frodi accertate su prestazioni sociali e ticket sanitari. E sono quasi 10mila le persone denunciate per complessivi 254 milioni di euro di frodi sulla spesa previdenziale e sanitaria. | Il Fatto Quotidiano, 8 aprile 2015
 
Aumentano i papà babysitter, boom di congedi parentali
E' aumentata dal 7% del 2008 al 12% del 2013 (da 19mila a 33mila) la quota di padri che sceglie il congedo parentale per accudire i figli neonati dopo il periodo di maternita' obbligatoria a favore della madre. Lo rivela una ricerca dell'Aldai - Associazione lombarda dirigenti aziende industriali. | Agi, 6 aprile 2015
 
Giorgio Fontana racconta la fame a Milano
Su Internazionale lo scrittore Giorgio Fontana affronta il problema della fame a Milano raccontando come nella "citt pi europea e moderna" d'Italia ogni giorno decine di realt, religiose e laiche, cerchino di aiutare chi non riesce a mettere insieme il pranzo con la cena. Dall'Opera San Francesco all'Opera Cardinal Ferrari, dalla Societ del pane quotidiano all'emporio solidale di Terza settimana, e poi il ristorante solidale Ruben, le attivit della Caritas Ambrosiana, il Banco Alimentare, la Cena dell'amicizia della parrocchia Pio V. | Giorgio Fontana, Internazionale, 3 aprile 2015
 
Lavoro smart, lesperimento per Expo: orari elastici, costi dufficio ridotti e meno traffico
Cosa succederebbe se le aziende di Milano permettessero ai dipendenti di alternare vita d'ufficio e lavoro agile sullo schermo di uno smartphone? l'esperimento suggerito da SmartforExpo, il progetto presentato oggi dall'associazione omonima e patrocinato da Palazzo Marino lungo i sei mesi dell'Esposizione Universale. Obiettivo: far lavorare il 10% della popolazione aziendale da casa o in spazi di coworking per almeno due giorni al mese. | Alberto Magnani, Il Sole 24 Ore, 31 marzo 2015
 
La (dis)occupazione femminile? Ora tocca alle aziende
Viviamo un tempo di transizione dove la crisi, destrutturando lidentit, ha introdotto la precariet in tutte gli aspetti del vivere quotidiano. Lapprodo ad una crescita stabile e strutturale richiede pertanto la capacit di attrezzare le donne e gli uomini a vivere questa fase investendo nel loro capitale formativo. Di qui il richiamo ad una nuova economia che abbia come obiettivo la promozione del benessere umano e della crescita. | Giovanna Martelli, La 27Ora, 4 aprile 2015
 
Perché più istruzione, da sola, non risolverà il problema delle disuguaglianze
Usa. Nel tentativo di ridurre le disuguaglianze sociali senza alzare le tasse per i redditi alti e senza estendere il sistema di welfare, da pi parti si proposto di potenziare listruzione, cosicch pi cittadini possano beneficiare dei progressi delleconomia del 21esimo secolo. Se allargare le opportunit educative una proposta certamente condivisibile e in grado di generare benefici, non per cos certo che cos facendo si ridurrebbe il gap tra i pi e i meno ricchi del Paese.
 
Aule, asili e welfare. I «bonus» delle fusioni
Integrare tre grandi realt assicurative (Assicurazioni Generali, Ina Assitalia e Alleanza Toro) grazie al coinvolgimento attivo dei lavoratori, in modo che le persone possano contribuire ai successi aziendali raggiungendo i propri obiettivi professionali e personali. Questa la strategia di "Generali Italia" che prevede programmi di formazione per i propri dipendenti e l'erogazione di altri servizi di welfare. | Enzo Riboni, Corriere della Sera, 31 marzo 2015
 
Banlieues dItalia: ecco dove lintegrazione è più difficile
La Fondazione Leone Moressa torna ad analizzare la precariet sociale nelle citt italiane, osservando la marginalizzazione degli stranieri e, di conseguenza, il "rischio banlieue". Mettendo in relazione la condizione socio economica della popolazione straniera con i tassi di criminalit e con la presenza o meno di investimenti pubblici per lintegrazione, lo studio valuta quanto nelle nostre citt sia alto il rischio di marginalizzazione e, di conseguenza, di disagio e devianza. Complessivamente sono stati analizzati 9 indicatori, da cui si ottenuto un indice di precariet sociale, utile a definire una classifica delle citt pi a rischio. | Goffredo Buccini, Corriere della Sera, 30 marzo 2015
 
Galbraith: 'Abituiamoci a vivere nelleconomia del meno'
"In molti pensano che la crisi sia solo uno choc momentaneo e che presto la crescita torner come un tempo. Ma questo non pu accadere". E quanto sostiene James K. Galbraith, economista americano, figlio di John Kennet Galbraith - lautore de la societ opulenta-, grande studioso delle diseguaglianze, che dedica il suo ultimo libro, appena uscito negli Stati Uniti, alla fine della normalit.
 
Laureati emigranti: un capitale umano da 23 miliardi che l'Italia regala all'estero
Alla pi cauta della stime, dal 2008 al 2014 emigrato all'estero un gruppo di italiani la cui istruzione nel complesso costata allo Stato 23 miliardi di euro. Sono 23 miliardi dei contribuenti regalati ad altre economie. Una cifra pari al doppio di quanto occorre per stendere la rete Internet ad alta velocit che in questo Paese continua a mancare. | Federico Fubini, La Repubblica, 23 marzo 2015
 
L'avventura di un mestiere
Secondo unindagine di Intesa Sanpaolo sui distretti industriali italiani, antichi mestieri o professioni che richiedono manualit sono richiesti e non trovati da 6 aziende su 10 nei settori calzaturiero-pelletteria e meccanica e da 7 su 10 nei settori casa e moda. Sarti, magliai, rimagliatori, modellisti, operai capaci di fare rifinizioni a mano, fresatori e montatori di scarpe, allestitori, operatori del legno. Ma anche disegnatori tecnici e conduttori di macchine utensili. Secondo lindagine della Fondazione Obiettivo lavoro le offerte di lavoro sono tante e in costante crescita, ma mancano le professionalit.
 
Impresa sociale: fine primo round
Sul sito di Iris Network Flaviano Zandonai riflette a caldo sullapprovazione in Commissione parlamentare del disegno di legge delega in materia di Terzo settore, impresa sociale e servizio civile, che segna la fine del "primo round" del processo di riforma. In attesa del secondo, che si giocher in Parlamento per lapprovazione definitiva, e del terzo, che vedr in campo il Governo con i decreti che completeranno la cornice tracciata dalla legge delega, Zandonai indica i punti pi interessanti emersi nella prima fase dell'iter legislativo. Consigliamo vivamente la lettura. | Flaviano Zandonai, Iris Network, 19 marzo 2015
 
In Olanda giovani e anziani vivono insieme per vivere meglio
Johanna ha 92 anni e risiede a Deventer, nell'est dei Paesi Bassi. Con lei vive Jurrien, 20 anni, che frequenta la Facolt di Urbanistica. Cosa c' di strano? Che Jurrien e Johanna non hanno legami famigliari. Non si tratta di una nipote che vive temporaneamente dalla nonna, ma di una convivenza sviluppata grazie a un progetto che permette agli studenti universitari di non pagare l'affitto in cambio di almeno 30 ore al mese di volonatriato con alcuni dei 160 anziani che vivono nella cittadina olandese. | The Journal, 7 dicembre 2014
 
Se anche Bergamo scopre la grande povertà
Una lunga coda discreta e silenziosa davanti alla sala parrocchiale attende la distribuzione dei pacchi alimentari. E' una scena visibile davanti a tante parrocchie del nostro Paese, che sono spesso in prima linea per fronteggiare lemergenza alimentare. Qui si assiste all'andirivieni di furgoncini carichi di aiuti alimentari e vestiti di seconda mano, grazie all'azione di instancabili volontari che sono i terminali di un sistema di welfare dal basso tanto capillare quanto invisibile. A Bergamo attraverso questo canale ogni anno sono distribuite oltre settanta tonnellate di cibo. Un numero che da solo dice moltissimo di quanto, anche nel cuore della Lombardia, sia cresciuta la povert in questi anni di crisi. | Paolo Doni, L'Eco di Bergamo 12 marzo 2015
 
Anche in Italia arriverà il salario minimo
La decisione presa: il salario minimo arriver anche in Italia. Il nostro Paese si allineer a quel "club" di Paesi avanzati che hanno stabilito asticelle minime sotto le quali, per legge, non si potr pi scendere per il pagamento di determinate prestazioni lavorative. Il governo per ora sarebbe orientato ad introdurre la misura solo nei settori che non sono gi regolamentati da un contratto nazionale e, come da principio fissato nelle legge delega, ad applicarla transitoriamente anche ai contratti di collaborazione, in attesa del loro superamento. | Lorenzo Salvia, Corriere della Sera, 11 marzo 2015
 
Generazione Z: come saranno i nati negli anni 2000 dentro (e fuori) l'ufficio
Drogati di tecnologia, avranno maggiori difficolt a concentrarsi sul lavoro. Saranno cos, in ufficio, i futuri lavoratori della generazione Z, i nati negli anni 2000. O almeno cos li descrivono osservatori e consulenti del lavoro inglesi, che hanno provato a tracciarne in anticipo un profilo professionale, da confrontare con le caratteristiche di chi oggi ha superato i 24 anni ed gi sul mercato del lavoro. | Silvia De Santis, Huffington Post, 8 marzo 2015
 
A Copenhagen il primo ristorante dove si cucinano solo eccedenze
nel cuore di Copenhagen il primo ristorante in Europa che combatte lo spreco alimentare, cucinando i pasti con il cibo in eccedenza dellindustria alimentare. Si chiama Rub & Stub ed una non profit aperta nel 2013. La filosofia semplice quanto radicale: utilizzare tutto il cibo, senza sprecare nulla. Sophie Sales, co-fondatrice e volontaria di Rub & Stub ha spiegato a Cristina Barbetta di Vita come funziona questo ristorante che coniuga gastronomia a sostenibilit. | Cristina Barbetta, Vita, 9 marzo 2015
 
Decalogo del lavoro virtuale: consigli per chi non sta fisicamente in ufficio
Grazie alla tecnologia sempre pi persone nel mondo lavorano a distanza, svolgendo di fatto quello che normalmente viene indicato come smart working. Per fronteggiare adeguatamente questa nuova tendenza Kelly Services Italia, agenzia per il lavoro, ha stilato una lista di consigli per chi deve sostenere colloqui da remoto e per chi lavora gi con questa modalit. Alcuni ruoli sono virtuali per loro stessa natura -recita il decalogo di Kelly Services- e tutto pu cominciare da un colloquio di lavoro via Skype o in teleconferenza. | La Stampa, 9 marzo 2015
 
Il reddito minimo «modulare» e le coperture
Come ha dichiarato lex ministro del Welfare, Enrico Giovannini, per la mole di investimenti necessari il reddito minimo potrebbe pesare allincirca come gli 80 euro. Se questultimo a regime coster 9.5 miliardi, ricondurre alla soglia di povert i 6 milioni di individui che sono rimasti sotto, costerebbe (in base ai dati 2012) circa 7.5 miliardi. Si potrebbe per scegliere una strada B: un provvedimento meno ambizioso/costoso ma comunque ad alto valore politico-simbolico.
 
Conciliazione lavoro e famiglia: avanti a piccoli passi
Uno dei decreti attuativi del Jobs act contiene varie misure per la tutela della maternit e per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro. Ma il vero banco di prova per capire quanto il governo intenda investire sul lavoro delle donne saranno i decreti sugli incentivi fiscali.
 
Dalle quote allo smart-working Ecco perché la parità dei diritti stimola la crescita economica
Le donne hanno da anni superato gli uomini nei livelli di istruzione e il lavoro femminile riconosciuto come il principale motore di crescita delleconomia mondiale degli ultimi decenni. Il nostro basso tasso di occupazione femminile pu quindi essere letto anche come unopportunit, che lItalia deve sfruttare per far crescere il Paese. Tuttavia come possibile trasformare questa opportunit in risultato? | Paola Profeta, La 27 Ora, 5 marzo 2015
 
Pensioni flessibili, apertura di Poletti. Quattro ipotesi allo studio del governo
Una nuova modifica alle regole sulle pensioni allordine del giorno e il punto di decisione coincider con la nuova legge di Stabilit. Dopo lintervista al nuovo presidente dellInps, Tito Boeri, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti a tornare sullargomento, confermando che luscita anticipata dal lavoro con un assegno previdenziale pi leggero una delle opzioni possibili.
 
Boeri: «Età flessibile per le pensioni»
Enrico Marro ha intervistato Tito Boeri, nuovo Presidente dell'INPS, che ha spiegato al giornalista del Corriere della Sera gli obiettivi che si posto per cambiare il volto dell'isitituto previdenziale. | Enrico Marro, Corriere della Sera, 3 marzo 2015
 
How Businesses Can Fight Food Waste
Il packaging pu essere uno dei pi grandi alleati nella lotta allo spreco di cibo. A dirlo Brian Kennel, Presidente e CEO di Tetra Pak per Stati Unti e Canada, sulle pagine dell'Huffington Post. | Brian Kennell, Huffington Post, 4 febbraio 2015
 
Milano lancia il welfare di condominio: baby sitter e badanti saranno condivisi
A Milano sar presto possibile condividere la baby sitter per i figli o la badante per i nonni con altre famiglie dello stesso condominio, strada o quartiere. Il Comune grazie alla vittoria del primo bando Welfare di Comunit di Fondazione Cariplo nei prossimi mesi dar infatti il via all'innovativo progetto "Welfare di tutti", dedicato a chi necessita di assistenza domiciliare per anziani, disabili o minori. | Zita Dazzi, La Repubblica, 26 febbraio 2015
 
Moratti: «Necessario investire nel welfare». Imprese sociali rappresentano il 5% del Pil
"Nei prossimi anni in Italia la differenza tra domanda e offerta di servizi pubblici legati al welfare varr 70 miliardi di euro". E' questa la previsione avanzata da Letizia Moratti - intervenuta allapertura dellExecutive master in creazione di business sostenibile organizzato dalla Trentino school of management, dallUniversit di Trento e dal Center for business in society - la quale ha spiegato che "investire nel settore delle imprese non profit non solo utile ma addirittura necessario". | Andrea Rossi Tonon, Corriere Sociale, 24 febbraio 2015
 
Le divergenze sociali in Europa dopo la crisi
In seguito alla crisi si riscontra una crescita delle divergenze in ambito sociale e occupazionale tra gli Stati membri, in particolare allinterno della zona Euro, contrariamente a quanto si osservava negli anni precedenti.
 
Lo smartworking piace solo al 7% degli italiani. Sarà vero?
Solo il 7% degli italiani crede che lo smart working possa portare benefici alla propria occupazione. quanto da una recente ricerca condotta da Citrix, societ che si occupa di lavoro in mobilit e offre servizi cloud alle aziende, su un campione di 1200 italiani tra i 25 e i 54 anni, che per lavorare si connettono a internet. In attesa della pubblicazione integrale dello studio, che dovrebbe avvenire a marzo, Antonio Sgobba di Wired ha intervistato Benjamin Jolivet, country manager di Citrix Italia, nel corso della Social Media Week di Milano. A lui stato chiesto di analizzare le tendenze indicate dai primi dati resi disponibili. | Antonio Sgobba, Wired, 24 febbraio 2015
 
Mantova fa rete con Rum
Rum, acronimo di Rianimazione Urbana Mantova, unassociazione di promozione sociale che collega 100 imprese, 1.200 persone e una miriade di altri soggetti impegnati nella cultura e interessati a sedersi attorno a tavoli di lavoro per immaginare una citt diversa. Una missione non impossibile ma difficile, che richiede lanalisi di un tessuto urbano che notevolmente cambiato negli anni della crisi economica e che spesso ha visto il fare per s prevalere sul fare insieme. | Valeria Dalcore, Corriere Milano, 21 febbraio 2015
 
Il nuovo modello? Il «secondo welfare»
Sul Corriere della Sera Andrea Salvadori cita dati e considerazioni tratte dal Primo Rapporto sul secondo welfare in Italia per spiegare futuro e prospettive del nostro sistema di protezione sociale alle prese con la crisi.
 
In Italia uno studente su tre non finisce le scuole superiori
Uno studente italiano su tre abbandona la scuola statale superiore senza aver completato i cinque anni. quanto emerge dai dati del ministero dellistruzione, delluniversit e della ricerca elaborati nel dossier Dispersione di Tuttoscuola. Un fenomeno nazionale, che unisce nord e sud passando per il centro e le isole. | Jacopo Ottaviani, Internazionale, 20 febbraio 2015.
 
La meritorietà dai piedi dargilla
Nei giorni scorsi stato approvato il primo articolo del disegno di legge delega sul Terzo Settore. La norma non solo una dichiarazione di missione ma, anzi, pu essere letta anche come una rassegna delle qualifiche che contraddistinguono le attivit svolte dal terzo settore. Qualifiche che secondo Flaviano Zandonai, che propone una bella analisi pubblicata sul blog Fenomeni ospitato da Vita, si possono riassumere in una parola: meritoriet. | Flaviano Zandonai, Vita, 17 febbraio 2015
 
L'azienda comunità con il welfare in dialetto
Dedizione, fatica e impegno, ma anche attenzione ai bisogni dei lavoratori, delle loro famiglie e della comunit. Michele Ferrero amava dire che il welfare per i suoi dipendenti lo costruiva lui stesso - dalla sanit, al dopo lavoro, ai premi di produzione, all'assistenza agli anziani - trattando alla buona in dialetto con le sue maestranze.
 
Parma: la comunità finanzia lacquisto di mezzi di trasporto a servizio della cittadinanza
Si conclusa ledizione 2014 di Parma Facciamo Squadra, dedicata allisolamento e allesclusione sociale derivanti dalla mancanza di mobilit per categorie fragili come disabili, anziani e persone in cura. Una campagna durata sei mesi grazie alla quale sono stati raccolti 195mila euro da destinare allacquisto di pulmini e ambulanze che saranno gestite da Assistenza Pubblica Parma, Croce Rossa, ANCeSCAO e UNITALSI e al servizio di tutta la cittadinanza. Un esempio di come, grazie alla mobilitazione organizzata degli attori locali - dallamministrazione ai cittadini, dalle imprese al mondo del volontariato - sia possibile perseguire iniziative di interesse pubblico anche in tempi di risorse scarse, alla stregua di quanto accade con il crowdfunding.
 
Jobs act: il governo non dimentichi il decreto sulla conciliazione
I temi che riguardano la conciliazione famiglia-lavoro la fanno spesso da Cenerentola. Ora in realt al Ministero del Lavoro qualcosa si sta muovendo, e proprio col Jobs Act potrebbe aprirsi una finestra di opportunit per recuperare il terreno perso in questi anni di crisi sui temi del work life balance. | Rita Querz, La 27 Ora, 16 febbraio 2015
 
Sei obeso e non ti curi? Nel Regno Unito tagliano i benefit
Oltremanica, dove i benefici pubblici garantiti alle fasce pi disagiate pesano per circa 94 miliardi di sterline (127 miliardi di euro) lanno sul bilancio dello Stato, si sta pensando di dare una sforbiciata a diverse voci di spesa introducendo valutazioni pi stringenti per determinare il diritto o meno al percepimento di sussidi pubblici. | Fabio Cavalera, Corriere della Sera, 15 febbraio 2015
 
Si fa presto a dire impresa sociale...
Sono oltre 80mila le organizzazioni (associazioni, fondazioni, enti religiosi) operanti in ambito non profit che, ricavando pi del 50% delle risorse economiche attraverso scambi di mercato, rappresentano il potenziale inespresso dellimprenditoria sociale. Un potenziale che la normativa attualmente in vigore non contempla
 
Integrazione: a Cinisello i profughi inseriti come volontari nelle associazioni locali
Grazie a un accordo tra Comune, Prefettura di Milano e sodalizi cittadini, i 39 profughi ospiti della citt dallo scorso luglio saranno inseriti nelle associazioni di volontariato per svolgere attivit dove ve n pi bisogno, sopperendo alla carenza di risorse umane, e per favorire cos un percorso di maggior integrazione.
 
Welfare, la sfida di Brescia: collaborazione e zero gare
Brescia si prepara a diventare la prima citt italiana libera dalle gare dappalto e dalla competizione al ribasso nei servizi sociali. Una novit che, se avr successo, ha tutte le caratteristiche per fare scuola e rivoluzionare lambito dei rapporti tra le amministrazioni locali, i soggetti che operano sul territorio e le comunit. La parola chiave "co-progettazione", che in parole povere significa uscire da una logica in cui lamministrazione comunale individua il bisogno del territorio e affida la gestione del servizio attraverso una gara, per passare a una prospettiva nella quale il Comune incentiva la comunit a progettare insieme e a collaborare. | Massimo Calvi, Avvenire, 7 febbraio 2015
 
Lo spreco del welfare
Circa il 30% della spesa per pensioni assistenziali destinate ai poveri finisce nella disponibilit di famiglie delle classi medie o alte. A dirlo linchiesta della Fondazione Zancan pubblicata su Vita del mese di febbraio, che approfondisce questo tema a partire dai dati pubblicati sul rapporto povert 2014 della Fondazione Zancan. | Tiziano Vecchiato, Vita,
 
Rotterdam, pronti due nuovi strumenti contro la povertà
Visti i buoni risultati ottenuti sul fronte della disoccupazione giovanile, Rotterdam nel 2015 lancer due nuovi strumenti di finanza sociale che puntano ad affrontare il delicato tema della disoccupazione in et adulta, agendo possibilmente in coordinamento con altri programmi nazionali e locali di welfare rivolti a categorie specifiche. | Simone D'Antonio, Vita, 4 febbraio 2015
 
Disoccupazione: Bruxelles anticipa i fondi per accelerare Garanzia Giovani
La Commissione Ue ha deciso di aumentare da 1,5% a 30% il tasso di prefinanziamento dell'iniziativa per l'occupazione giovanile, anticipando per quest'anno un miliardo di euro che andr subito a quei Paesi che hanno gi pronti i progetti per i giovani. Anticipando pi fondi del previsto, la Commissione conta di aiutare 650mila giovani contro i circa 20mila che ne avrebbero beneficiato senza l'intervento di oggi. Rendendo disponibili pi celermente maggiori finanziamenti possiamo far rientrare nel mondo del lavoro un maggior numero di giovani, e sono determinata a far s che questo accada, spiega Marianne Thyssen, commissaria per lOccupazione. I nostri giovani hanno bisogno di lavoro e ne hanno bisogno subito. Grazie al maggior prefinanziamento, all'Italia andranno subito 170milioni di euro, invece dei 5,6 previsti fino ad oggi. La proposta deve ora essere approvata anche dal Consiglio e dal Parlamento.
 
Terzo settore: approvato larticolo 1 della riforma
Continua il percorso verso la riforma del Terzo Settore. La Commissione Affari sociali ha dato infatti il via libera al primo articolo della Riforma. Il sottosegretario Luigi Bobba si detto molto soddisfatto, c' stato un unico cambiamento migliorativo al comma 1, in cui abbiamo delineato pi compiutamente il perimetro del Terzo Settore. La legge andr in aula a marzo, come promesso da Matteo Renzi. Entro un mese avremo tutti gli articoli approvati.
 
La Croazia ha cancellato i debiti dei più poveri
La decisione era stata votata lo scorso 15 gennaio ed entrata in vigore luned 2 febbraio. Si basa sostanzialmente su accordo con le grandi banche locali, i distributori di energia elettrica e gas, diversi comuni e enti locali, che rinunceranno ai rimborsi che erano loro dovuti assorbendo autonomamente le perdite. La loro adesione stata volontaria, su incoraggiamento del governo che spera che a lungo termine loperazione serva per rilanciare leconomia. | Il Post, 3 febbraio 2015
 
#Diamociunamano: da febbraio i cassintegrati possono fare i volontari
Cinque milioni di giornate di volontariato in due anni. Da febbraio chi in cassa integrazione o usufruisce di una misura di sostegno al reddito potr decidere di fare il volontario per aiutare cittadini e compaesani. Una sorta di servizio civile senza et per chi ha perso il lavoro o non riesce a trovarlo, e lassicurazione la paga lo Stato. Le competenze acquisite verranno certificate e potranno cos essere sfruttate per cercare un altro lavoro. | Lidia Baratta, Linkiesta, 2 febbraio 2015
 
Avrete figli? Vi assumiamo
LIstituto italiano di tecnologia (Iit) di Genova fa ricerca ed competitivo a livello mondiale. E si distingue anche per essere lunico centro di ricerca in Italia ad avere introdotto la regola dello "stop the clock for maternity" (ferma lorologio per la maternit), considerata una best practice a livello internazionale. | Francesca Basso, La 27 Ora, 22 gennaio 2015
 
Filantropia diffusa: il modello americano
Secondo l'Annual report on philanthropy 2014 ammontano a 335,17 miliardi di dollari - pari al 2% del Pil nazionale - le risorse donate in beneficenza negli Usa nel corso del 2013. E' la cifra pi alta mai registrata dagli anni della Grande Depressione | Marco Dotti, Vita, 27 gennaio 2015
 
Perché le cooperative possono salvare leconomia
"Cooperative, siete il fulcro della nuova economia partecipata". Jeremy Rifkin, autore del libro La societ a costo marginale zero, ha esortato le cooperative italiane a espandere il loro sistema economico, in quanto in linea con uno scenario che apre le porte a forme basate pi sulla condivisione che sulla propriet privata dei beni. Ma com lo stato di salute delle cooperative nel nostro Paese? | Giulia Annovi, Wired, 26 gennaio 2015
 
Fondazione Barilla a Washington presenta Carta Milano
La Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) ha presentato la Carta di Milano durante il primo Food Tank Summit a Washington. Il Summit, organizzato in collaborazione con la George Washington University, ha riunito pi di 75 leader internazionali nel campo alimentare e dellagricoltura: una tavola rotonda globale per discutere di nuovi accordi sul tema dellagricoltura sostenibile. | Onu in Italia, 25 gennaio 2015
 
Whittier, la città dove tutti vivono sotto lo stesso tetto
Whittier una la cittadina dellAlaska dove ognuno vive, lavora e va a scuola nello stesso edificio. Unintera comunit di circa 200 persone che si trova per diversi mesi l'anno sotto un unico tetto, in una vecchia installazione militare dell'esercito americano. La vita scorre lenta nelle stanze e nei lunghi corridoi, dove i residenti passeggiano in pantofole e pigiama. Qui, per, nessuno si sente solo. Si vive a stretto contatto, ci si conosce tutti, si cresce assieme e si lavora. Potremmo considerarlo un esempio di "cohousing forzato"? |
 
Uk: riformare il welfare per limitare limmigrazione interna europea
L’immigrazione interna europea nel Regno Unito aumenta con un ritmo impressionante: solo nell’ultimo anno, 228mila cittadini europei – principalmente giovani - sono approdati oltremanica in cerca di lavoro. Tra questi moltissimi ita...
 
Welfare aziendale: le migliori aziende per cui lavorare
Sui giornali si sente spesso parlare dei "colossi" (ad es. Microsoft, Google o Ferrari) ma nel nostro Paese esistono molte altre realt che hanno sviluppato policies aziendali per andare incontro alle esigenze dei propri dipendenti. Molti di essi sono stati raccontati in occasione del concorso Great Place to Work, che studia casi aziendali per stilare la classifica dei migliori ambienti in cui lavorare. | Barbara D'Amico, Nuvola del Lavoro, 24 gennaio 2015
 
Pensioni, dalle Acli una proposta per rivalutare le pensioni di invalidità
Dalla Federazione anziani pensionati delle Acli arriva una proposta di legge per garantire il minimo vitale a migliaia di nuovi invalidi. Appena quattro articoli per sollevare dall'indigenza migliaia di persone.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23